Consacrato il primo monastero ortodosso della Scozia dedicato a tutti i Santi Celti

 

Con la benedizione di Sua Eminenza Iosif il Metropolita dell’Europa Occidentale e Meridionale, Sua Eccellenza Atanasie di Bogdania, Vescovo-Vicario della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, è stato affiancato da Sua Eminenza Rev.ma Benjamin, Arcivescovo d’Occidente e di San Francisco (OCA), circondato da un gruppo di sacerdoti, nella seconda domenica dopo Pentecoste (dei Santi Romeni e di tutti i Santi Celti), il 7 luglio 2024, ha consacrato la Chiesa di San Giovanni Paolo II, Arcivescovo dell’Ovest e di San Francisco (OCA), circondato da un clero, nella Seconda Domenica dopo Pentecoste (dei Santi Romani e di Tutti i Santi Celti), il 7 luglio 2024, ha consacrato l’altare del Monastero Ortodosso di Tutti i Santi Celti a Kilninian, Isola di Mull, Scozia.

A questo evento storico per il cristianesimo ortodosso in Europa occidentale hanno partecipato le monache del Monastero di Tutti i Santi Celti dell’Isola di Mull, i monaci del Monastero della Dormizione della Madre di Dio e di Tutti i Santi dell’Isola di Giona, chierici della Metropolia Ortodossa Romena dell’Europa Occidentale e Meridionale, dell’Arcidiocesi Ortodossa Antiochiana del Nord America, dell’Arcidiocesi Ortodossa Greca d’America e della Chiesa Ortodossa in America (OCA), oltre a fedeli ortodossi provenienti da Regno Unito, Stati Uniti, Canada e Romania.

Lo stesso giorno è stata insediata la badessa del monastero ” Tutti i Santi Celti”.


Il monastero ortodosso di Tutti i Santi Celti è il primo monastero ortodosso fondato nelle isole scozzesi negli ultimi mille anni. È stato infatti ricostruito sulle fondamenta di un antico monastero del primo millennio cristiano. La chiesa era dedicata ai santi Niniano e Cuthbert. Nel 2009 il luogo di culto è stato donato all’Arcidiocesi Ortodossa Romena dell’Europa Occidentale per la creazione di un insediamento monastico. Tra il 2010 e il 2014, il monastero è stato ristrutturato e abbellito grazie al sacrificio di cristiani ortodossi provenienti da Stati Uniti, Gran Bretagna e Canada e al lavoro delle comunità monastiche delle isole di Mull e Iona, sotto la guida del Reverendissimo Padre Serafim – Abate del Monastero dell’isola di Iona.

La storia monastica di Kilninian inizia molto prima, verso la fine del VI secolo. I primi monaci si stabilirono qui grazie al Pozzo di San Niniano, una sorgente dedicata a Santo Vescovo Niniano e nota per i suoi miracolosi poteri curativi. Il monastero celtico di San Niniano fiorì dalla fine del VI secolo fino alla fine del primo millennio, quando le incursioni vichinghe misero fine alla vita monastica nelle isole scozzesi.

Dopo questo periodo Kilninian fu abbandonata per diversi secoli prima di essere convertita in una parrocchia protestante. Nel 1755, sulle fondamenta della precedente chiesa monastica, fu costruita una nuova chiesa, tuttora utilizzata dalla comunità monastica ortodossa.

Oggi la comunità monastica è composta da due monasteri distinti, il Monastero dell’Isola di Mull, dedicato a tutti i Santi Celtici (di monaci) e il Monastero dell’Isola di Iona (di monache), dedicato alla Dormizione della Madre di Dio e a tutti i Santi dell’Isola di Iona. Le comunità monastiche hanno residenti provenienti da Canada, Regno Unito, Romania e Stati Uniti. La lingua di culto è l’inglese.

Una breve storia del monastero, in inglese, è disponibile cliccando qui: