Servizio vescovile presso la parrocchia romena di Pisa

Domenica 11 settembre 2022, Sua Eccellenza Atanasie di Bogdania, Vescovo-Vicario della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, ha celebrato la Divina Liturgia presso la Parrocchia ortodossa romena “Sant’Onufrie di Vorona” a Pisa, dove ha ordinato tre lettori per la suddetta parrocchia.

La visita del Vescovo Atanasie è stata legata agli eventi ospitati dalla parrocchia di Pisa. Venerdì 9 settembre 2022 è stato onorato il santo patrono della parrocchia, Sant’Onufrie di Vorona, e sabato 10 settembre 2022, Sua Eccellenza è stato invitato all’Assemblea giovanile del Decanato Toscana II, in cui ha tenuto il convegno dal titolo “La preghiera nella vita del giovane cristiano ortodosso”, dove ha interagito con i giovani partecipanti al convegno.

Nel sermone pronunciato la Domenica prima dell’Esaltazione della Santa Croce, il gerarca ha parlato ai presenti del mistero della Croce: “La nostra salvezza è connessa alla Croce. Abbracciando la Croce siamo come il Signore, che non è fuggito dal tormento, dal dolore e dalla crocifissione.

Morte – il più grande inganno; viviamo come se non morissimo mai.

La morte è il più grande inganno di questo mondo, perché non è stata creata dal Signore, ma l’uomo ha attinto a lui per disobbedienza. Il serpente ingannò l’uomo dicendogli che non sarebbe morto se non avesse obbedito a Dio. L’uomo, curioso per natura, ascolta le sollecitazioni del serpente. Oltre al fatto che la morte entra nella sua vita, l’uomo perde il Cielo e la gioia della presenza di Dio”.

La croce guarisce il rapporto Dio-uomo.

Attraverso l’amore sconfinato di Dio, pieno di umiltà e generosità, il rapporto tra Dio e l’uomo è ristabilito attraverso il Sacrificio sulla Croce. Nella Croce vediamo nascosto il mistero della Risurrezione del Signore. Attraverso il Sacrificio, Cristo vince il peccato di disobbedienza e dona l’eternità a coloro che credono in Esso”.

Il gerarca parlò del significato del serpente innalzato nel deserto: “Mosè sollevò un serpente di bronzo sul legno nel deserto, per essere un rimedio contro il morso dei serpenti, che ferirono il corpo umano. Cristo Signore è asceso alla Croce per essere per la guarigione di coloro che credono in Lui e desiderano la salvezza. Se attraverso il serpente che tentò l’uomo in Cielo venne la morte, per mezzo di Cristo venne la vita. Oggi riceviamo la vita attraverso il Corpo e il Sangue di Cristo.

*

Parrocchia Ortodossa Romena “Sant’Onufrie di Vorona” di Pisa fu fondata nel 2013 da Sua Eccellenza il Vescovo Siluan, della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, e come parroco, fu nominato Padre Georgică Pătrașcu.  Dal 2014 fino ad oggi alla guida pastorale della comunità, si trova padre Cristian Puricescu.

Parrocchia svolge la sua attività liturgica nella chiesa cattolica di San Giuseppe, costruita tra il 1530-1570.  L’indirizzo della chiesa è Via San Giuseppe n.13, Pisa

 

Dipartimento Comunicazione e Immagine EORI